Scopri San Miniato

L'hashtag del momento è:

{Evento in terminato}

Mostra del tartufo di San Miniato

Piatti della tradizione e degustazioni di vini allo stand dei Vignaioli

tartu

Al via la 46esima Mostra Mercato Nazionale del Tartufo Bianco. Da ieri, 12 novembre per tre weekend (19-20, 26/27), San Miniato sarà la location di degustazioni a cielo aperto.

Protagonisti anche in questa nuova edizione, i Vignaioli San Miniato che hanno organizzato interessanti e curiose degustazione all’interno del loro stand dove lo chef del ristorante Papaveri e Papere, Paolo Fiaschi, preparerà piccoli piatti della tradizione da abbinare ai loro pregiati vini. Un’occasione per esaltare l’abbinamento con il cibo e, quindi, sottolineare l’importanza di bere con consapevolezza abbandonandosi ai sapori del palato.

Sull’affascinante sfondo di piazza Duomo, il cuore del borgo medievale, sarà possibile assaggiare il risottino alla zucca gialla, mousse di parmigiano e tartufo (10 euro), tapas variegate, piccola tartare di Chianina con cipollotto e Mela Verde, rocher di fegatini e nocciola con terrina di coniglio, Polentina Fritta di Mais 8File della Garfagnana con Blu dell’Appennino e Pera al Vino Polentina Fritta di Mais 8File della Garfagnana con Blu dell’Appennino e Pera al Vino polentina fritta di mais 8file della Garfagnana con blu dell’Appennino e pera al vino, insalata di stinco di manzo (tonno al Chianti) con pomodoro Confit e pane agliato. Ognuno di questi assaggi avrà il costo di 5 euro.

Le tapas potranno essere realizzate sul momento secondo l’ispirazione dello chef. Il costo per 2 tapas è di 8 euro, di 3 tapas è 10 euro e, se si vorrà l’aggiunta del tartufo bianco, il costo sarà di 4 euro.

C’è da dire che la Mostra del tartufo è, sì, un’occasione per scoprire il fungo pregiato nelle sue numerose sfaccettature, ma è anche un modo in più per conoscere la storia che lo lega a San Miniato, di cui ne è uno dei prodotti di pregio, oltre ai suoi ben noti vini.

mostra del tartufo bianco san miniato

Il tartufo in queste zone toscane sembra essere comparso nel Medioevo, quando veniva chiamato cibo dei re, come ad anticipare la fortuna che avrebbe avuto nei secoli futuri. Certo, non sarebbe stato possibile immaginare che sarebbe diventato l’oro bianco di San Miniato. Il tartufo nasce precisamente in una zona sotterranea che vanta una combinazione precisa tra più elementi del terreno.

Che dire dei vini di San Miniato? Qui la storia parte dai Romani, passando poi per Longobardi e Svevi. Una storia lunga duemila anni, raccontata anche da molti scritti di Cosimo Ridolfi. Nel borgo toscano si coltivano varietà autoctone come il Sangiovese, il Canaiolo, il Colorino, il Trebbiano e molti altri. Tra le curiosità locali, la presenza del Tempranillo, vino che sembra sia legato ai viaggi sull’antica via Francigena.

Nei tre weekend di novembre sarà possibile degustare questi vini nello stand dei Vignaioli.

Ti piace questo post?

Altre storie

Vignaioli Vinitaly

Vinitaly 2018: scopri il terroir di San Miniato e i suoi vini

Vignaioli San Miniato, la scelta giusta per questo Vinitaly. Nel tuo programma non può mancare una sosta al Padiglione 9 – stand B13 – dei Vignaioli di San Miniato, occasione unica per scoprire da vicino il terroir sanminiatese,  i suoi vini e i suoi produttori. La nostra associazione composta...

_DSC2546

Ultimo appuntamento con la Mostra del tartufo

Ultimo, attesissimo, appuntamento con la Mostra del tartufo di San Miniato. Anche questa 46esima edizione sta per volgere al termine. Lo farà, precisamente, nel prossimo weekend (26-27 novembre) con appuntamenti imperdibili per gli appassionati di tartufo, dei prodotti tipici toscani e del buon vino. Protagonista lo stand dei Vignaioli...

_DSC1317

46esima Mostra del tartufo: si conferma un successo

Con le sue 15mila presenze, la 46esima Mostra del tartufo bianco di San Miniato, si conferma un successo. Il primo weekend della kermesse enogastronomica toscana, caratterizzato da giornate soleggiate e piacevoli, ha portato nel borgo medievale numerosi turisti provenienti dall’Italia e dall’estero, molti arrivati con viaggi organizzati. Tutto esaurito, quindi, anche nei...